Due corsi per la costruzione del cognitivo e due per gli aspetti emotivi

Perché un corso sul pregrafismo?

Indubbiamente ci sono competenze di grande importanza da seguire nel periodo da 0 a 6 anni: il distacco dalla famiglia, la costruzione delle autonomie personali, la costruzione di un buon sé, la costruzione di un buon altri, la costruzione del linguaggio e della logica ...

Nell'insieme, tuttavia, merita attenzione anche la costruzione del segno grafico, che, mentre contribuisce alla crescita generale del bambino, lo attrezza rispetto all'impegno della codifica richiesta nella scuola primaria e ancora così importante sul piano sociale.

Fra l'altro queste attività sono rese necessarie e urgenti oggi dato il sempre maggior numero di bambini che presentano difficoltà nella manualità.

Il tempo richiesto, poi, non è eccessivo, anzi deve essere proprio un breve momento ma quotidiano, sistematico.

Le esperienze fin qui seguite ci dicono che i bambini riportano grande soddisfazione da queste attività, e l'insegnante deve interromperli, se svolte seguendo le regole previste e nel contesto giusto.

Il risultato? un notevole miglioramento nell'apprendimento della codifica scritta, minor numero di errori ortografici, più disponibilità dei bambini a scrivere perché è superata la fatica del gesto manuale.


SCHEDA

UF – Pregrafismo 0-6

Unità formativa

Descrizione: presentazione del quadro educativo generale in cui dovrebbe operare la scuola di base, indicazione del percorso per arrivare ad una buona competenza grafica in particolare per la codifica scritta, indicazione di metodologie che favoriscano il conseguimento di vari traguardi previsti dalle indicazioni nazionali, suggerimento attività di preparazione alla scrittura partendo dal nido, documentazione e riflessione sulle attività svolte con gli alunni, partecipazione a discussioni dei colleghi nei forum, trasferimento file.


Destinatari: educatrici dei nidi, docenti dell'infanzia.


Metodologia: Il nostro percorso utilizza la metodologia che abbiamo messo a punto in questi anni e che corrisponde in parte a quella definita BLEC MODEL.

In pratica abbiamo le attività tipiche del BLended e cioè un mix fra presenza e on line, delle E-tivity attività sulla piattaforma e il sostegno di veri e propri Coach, le nostre tutor che hanno competenze specifiche sul tema e quindi possono consigliare a distanza attività, metodologie e quanto possa servire. A questo modello noi abbiamo aggiunto le attività in classe del tipo ricerca azione. Il docente che vuol formarsi legge, ascolta, studia parte del materiale on line, sceglie una tipologia di intervento in classe, lo sperimenta e documenta nella piattaforma l'attività completa di riflessione personale e di discussione con gli altri corsisti.


Durata: 70 giorni di apertura della piattaforma a partire dalla prima lezione. Il tempo è tuttavia flessibile e può essere concordato con le corsiste.


Ore riconosciute: chi completa il corso (Lezioni in presenza, Video-lezioni, Dispense digitali, Interazione con tutor, partecipazione discussioni collettive, attivazione esperienze didattiche coerenti, documentazione attività svolte e diario on line) ha un riconoscimento di 25 ore (8/10 in presenza + 15/17 on line e in classe/sezione) di attività di formazione se esegue le attività minime previste.


Obiettivo generale del corso è l’acquisizione delle competenze per gestire un percorso di pregrafismo all’interno di un processo educativo dei bambini con ricadute sul piano pratico, educativo, didattico e metodologico e la sperimentazione in aula dei percorsi, il tutto attraverso anche l’utilizzo di strumentazioni digitali e on line..


Obiettivi specifici:

  • saper osservare, ascoltare, rilevare i livelli di competenze degli allievi (analisi della situazione);

  • svolgere attività coerenti con il percorso scelto sulla base della metodologia adatta per l’età e il livello di competenza dei singoli bambini.


Competenze generali della professionalità docente alle quali contribuisce:

  • relazionarsi correttamente con gli alunni

  • osservare e valutare gli allievi secondo un approccio formativo

  • saper proporre attività graduate sulla base della crescita di ciascuno

  • servirsi delle nuove tecnologie per le attività progettuali, organizzative e formative

  • curare la propria formazione continua


Competenze esercitate nel percorso proposto (tenendo come base le competenze della professionalità docente utilizzato da Indire):


  • AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALL’INSEGNAMENTO (Didattica)

b) Osservare e valutare gli allievi secondo un approccio formativo:

  • 13.Acquisire una visione longitudinale degli obiettivi dell’insegnamento (curricolo verticale)

  • 14.Rendere visibili agli occhi degli allievi i loro avanzamenti rispetto all’obiettivo prestabilito attraverso un feedback progressivo

  • 15.Utilizzare diverse tecniche e strumenti per la valutazione formativa


AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA (Organizzazione)

d) Lavorare in gruppo tra insegnanti

  • 25.Partecipare a gruppi di lavoro tra insegnanti, condurre riunioni, fare sintesi

  • 26.Proporre elementi di innovazione didattica da sperimentare


AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALLA PROPRIA FORMAZIONE (Professionalità)

h) Servirsi delle nuove tecnologie per le attività progettuali, organizzative e formative:

  • 43.Utilizzare le tecnologie per costruire reti e scambi con altri colleghi anche nell’ottica di una formazione continua:

    • Utilizzare correttamente la piattaforma

    • Produrre documentazione digitali

    • Trasferire documenti sulla piattaforma

i) Curare la propria formazione continua:

  • 45. Documentare la propria pratica didattica:

    • Relazionare sulle proprie esperienze didattiche

    • Documentare le proprie esperienze didattiche

  • 48.Partecipare a programmi di formazione personale e con colleghi, gruppi, comunità di pratiche

  • 49.Essere coinvolto in attività di ricerca didattica, anche in forma collaborativa

  • 50.Utilizzare i risultati della ricerca per innovare le proprie pratiche didattiche


Aree tematiche indicate dal ministero nelle quali si inserisce l’attività

  • autonomia organizzativa e didattica

  • didattica per competenze e innovazione metodologica

  • inclusione e disabilità.

Direttore del corso: Prof. Giuliano Giuntoli, Università di Firenze

Docenti

  • Prof. Giuliano Giuntoli (in presenza)

  • Dott.ssa Jacqueline Bickel (video)

  • xxxxxxxx

Tutor (interventi con indicazioni operative, consulenza e animazione on line, valutazione attività):

  • Prof.ssa Giuseppina Grandini

  • Docente Rosaria Pedri

  • Docente Alessandra Letari

  • Docente Maria Rita Marchi

Coordinamento

  • Prof. Umberto Bertolini (predisposizione piattaforma, iscrizioni, controllo presenze e attività degli iscritti, animazione)

Monitoraggio

  • Questionari personali on line

  • Tracciamento delle attività con elaborazione dati partecipazione

  • Svolgimento delle attività previste

Valutazione

  • Questionario iniziale

  • Relazione finale

  • Interventi nei forum e annotazioni diario di bordo

  • Questionario a distanza di tempo


Tracciamento delle attività e delle competenze coinvolte


Moduli on line

Introduzione

Il corso è riconoscibile come formazione in servizio in quanto approvato da Istituti scolastici. L'attestazione prevede: 25 ore max per lo svolgimento delle attività base (compresa la presenza).


Regole

Mappa del corso on line


Attività on line e presenze

Spazio discussioni, questionario, diario di bordo, relazione finale, consegna compiti. In questa sezione ci sono le applicazioni che vi permettono di interagire fra voi e con il gruppo staff. Si tratta del forum su cui discutere insieme di problemi comuni o aprire richieste di aiuto e di temi comuni; c'è poi lo spazio per il diario visibile solo dai tutor e riservato al racconto delle vostre esperienze didattiche, e infine il software per trasferire la documentazione delle attività che avrete svolto. Qui trovate anche il link alla relazione finale e ad eventuali questionari.

Video del corso

Verranno inseriti, a corso iniziato, i video delle lezioni destinate a questo corso. Da subito avete un video di Giuliano Giuntoli che delinea un quadro delle tematiche educative.

  • Incontro con Giuliano Giuntoli - Materiale per la riflessione personale Lezione

Materiale per lo studio

Le attività non possono essere svolte a casaccio, ma richiedono una metodologia adeguata al bambino. Per questo è necessario studiare le pagine di questa sezione prima di procedere e poi ritornarci ancora e ancora via via che si lavora.






Suggerimenti per le attività pratiche

Prima di svolgere un'attività è importante conoscere se e come il bambino la sa già fare. Servono quindi delle verifiche da registrare su una scheda, in modo da proporre qualcosa che sta appena al di sopra di quello che il bambino già fa e da poter, dopo un certo tempo, controllare e registrare il nuovo livello. Se il bambino è piccolo potrò fare solo un'attività o pochissime, se è grande potrò svolgere esercizi in tutti i settori; qualunque cosa io faccia deve però essere sempre collegata all'effettivo livello di competenza del bambino.